Ulteriori informazioni su UroVysion

Benvenuti nella pagina informativa di UroVysion, offerta da Abbott Molecular. La pagina UroVysion mette a disposizione di pazienti, medici e professionisti di laboratorio un prezioso bagaglio di informazioni sul cancro della vescica e sul test molecolare UroVysion.

pazienti

Benvenuti

Questa sezione fornisce le informazioni necessarie: 

 

Cos'è il cancro della vescica?

Definizione

Il cancro della vescica è una patologia nella quale certe cellule presenti all'interno della vescica vanno incontro ad anomalie a si moltiplicano senza ordine o controllo.  Questo accumulo di cellule in eccesso spesso crea una massa tissutale nota come neoplasia o tumore.  I tumori della vescica possono essere benigni (quando non sono carcinomi) o maligni (carcinomi).  La maggior parte dei casi di cancro della vescica si sviluppa nell'urotelio (il rivestimento più interno della vescica); tuttavia, alcuni possono svilupparsi anche all'interno di strati più profondi. 

 

In generale, il cancro della vescica è una malattia curabile ma altamente recidivante. Ciò significa che vi è un'elevata probabilità che il cancro recidivi (50% - 75%).1 La diagnosi precoce è associata a risultati di trattamento migliori e una maggiore probabilità di remissione permanente. Un monitoraggio costante e un accurato rilevamento della recidiva di malattia sono di cruciale importanza per migliorare il tasso di sopravvivenza nei pazienti affetti da cancro della vescica. 

 

Segni e sintomi del cancro della vescica2

Il segno più diffuso di cancro della vescica è un'ematuria marcata e indolore, ovvero sangue chiaramente visibile nelle urine. Questo importante segno è talvolta ignorato, fatto che può portare ad un ritardo nella diagnosi.

 

Sono due i motivi principali per i quali viene ignorato:

  • Il sanguinamento può essere occasionale e di breve durata.
  • È probabile che non vi sia alcun dolore associato al sanguinamento.

È importante tenere presente che non sempre il sangue nelle urine è associato al cancro della vescica. Tra gli altri sintomi vi sono irritazione durante la minzione, minzione impellente e frequente, e costante necessità di urinare. In presenza di questi sintomi è importante informare il medico per consentire una diagnosi e un trattamento precoci.

 

Stadi del cancro della vescica

bladder-cancer-stages2.png


Fattori di rischio

smoking-icon.pngFumo

I fumatori presentano oltre il doppio di probabilità di sviluppare cancro della vescica rispetto ai non fumatori.

 

race-icon.pngRazza

I bianchi presentano oltre il doppio di probabilità di sviluppare cancro della vescica rispetto agli afroamericani e agli ispanici.

 

gender-icon.pngSesso

Il cancro della vescica colpisce 4 volte di più gli uomini che le donne.

  

 

age-icon.pngInvecchiamento

Oltre il 70% dei soggetti affetti da cancro della vescica è di età superiore a 65 anni.

 

 

occupational-icon.pngEsposizione occupazionale

Tra i comparti che implicano il rischio più elevato vi sono i produttori di gomma, pelle, tessuti e vernici, nonché le tipografie.

 

Riduci il rischio

  • Non fumare
  • Evita le esposizioni occupazionali a determinati prodotti chimici
  • Bevi molti liquidi
  • Integra frutta e verdura nella tua dieta quotidiana

 

Diagnosi e trattamento del cancro della vescica

Come si diagnostica il cancro della vescica?

Se accusi sintomi che sembrano suggerire la presenza di un cancro della vescica, il tuo medico dovrà cercare di scoprire che cosa sta causando il problema. Sarai sottoposto all'esame obiettivo. Le analisi sulle urine sono utilizzate in combinazione con altri test e procedure coadiuvanti nella diagnosi di cancro della vescica e di altre patologie urologiche. Al principio, il laboratorio analizza le urine per verificare la presenza di ematuria (sangue). Il kit UroVysion per il cancro della vescica è un test molecolare che rileva la presenza di anomalie genetiche all'interno delle cellule della vescica. Tali alterazioni sono notoriamente associate al cancro della vescica. La citologia urinaria è un test utilizzato per verificare la presenza di cellule anomale nelle urine, note per essere associate al cancro della vescica.

 

Metodi diagnostici

cystoscopy.pngCistoscopia

La cistoscopia è un esame che consente al medico di esplorare l'interno della vescica e dell'uretra mediante il cistoscopio, uno strumento sottile e dotato di illuminazione e di una piccola telecamera annessa. Il cistoscopio viene inserito nell'uretra e lentamente viene fatto avanzare verso la vescica, per rilevare la presenza di anomalie. È possibile che vengano prelevati piccolissimi campioni di tessuto (biopsia) per uno studio più approfondito.

 


Biopsia:

Il medico può prelevare dei campioni di tessuto con il cistoscopio. A questo punto, un patologo esamina il campione di tessuto al microscopio. Il prelievo di un campione tissutale al fine di verificare la presenza di cellule tumorali è noto come biopsia. Nella maggior parte dei casi, la biopsia è l'unico metodo sicuro per stabilire se è presente un cancro.

 

In un ristretto numero di casi, durante la biopsia il medico preleva il tessuto dell'intera zona interessata dal cancro. In tali casi, il cancro della vescica è diagnosticato e trattato contemporaneamente.

 

Esame delle urine - UroVysion 

transitional-cell.png

 

UroVysion è un test di diagnostica molecolare che può aiutare l'urologo a rilevare il cancro della vescica evidenziando le alterazioni a livello del DNA. UroVysion necessita di un campione di urina.  

 

UroVysion è l'unico test molecolare effettuato sulle urine e approvato dalla FDA come ausilio per la diagnosi e il monitoraggio del cancro della vescica. È avvalorato da oltre 10 anni di dati scientifici e viene utilizzato da urologi di tutto il mondo.

 

Come viene trattato il cancro della vescica?3

Le opzioni di trattamento per i soggetti affetti da cancro della vescica sono l'intervento chirurgico, la chemioterapia, la terapia biologica e la radioterapia. È possibile essere sottoposti a più di una tipologia di trattamento.

 

Il trattamento più giusto per te dipende principalmente dalle seguenti variabili:

  • aggressività del tumore ("grado")
  • dal fatto che il tumore abbia invaso o meno lo strato muscolare
  • dalla sede del tumore all'interno della vescica
  • dal fatto che il tumore si sia diffuso in altre parti del corpo
  • dalla tua età e dalle tue condizioni di salute generali

Potresti disporre di un'équipe di specialisti che pianifichino il trattamento. Il tuo medico può rinviarti a uno specialista oppure puoi essere tu stesso a chiedere un rinvio. Puoi rivolgerti a un urologo. Tra gli altri specialisti che si occupano del cancro della vescica vi sono i medici specializzati in oncologia urologica, medica e radioterapica.

 

Possono fare parte dell'équipe medica anche un infermiere specializzato in oncologia e un

dietologo professionista. Se il trattamento richiede un intervento chirurgico di asportazione della vescica, tra i professionisti sanitari può esservi anche un infermiere stomoterapista. L'équipe medica che ti offre assistenza sanitaria può descriverti le scelte di trattamento, i risultati attesi da ciascuno di essi e i possibili effetti collaterali. Puoi lavorare assieme alla tua équipe per sviluppare un piano terapeutico che soddisfi le tue esigenze.

 

Guida al colloquio con il medico

Domande utili da porre al medico

 

È importante avere un rapporto onesto e sincero con la tua équipe medica oncologica. Alcune domande da porre:

  • A che stadio si trova il mio cancro della vescica e dove si è diffuso?
  • Quali sono le opzioni di trattamento? Cosa mi si potrebbe consigliare?
  • Quali sono gli effetti collaterali o i rischi che devo aspettarmi dalle diverse opzioni di trattamento?
  • Quanto durerà il trattamento e in cosa consiste il follow-up?

 

Risorse e collegamenti utili

 

icon-link.pngAmerican Cancer Society
 
 
 
 
 
 
 
urologi

Benvenuti

Questa sezione fornisce le informazioni necessarie:

Diagnosi del cancro della vescica

La diagnosi precoce è associata a migliori risultati delle opzioni di trattamento e a una maggiore probabilità di remissione permanente.

 

Le sfide cliniche poste dal cancro della vescica sono molteplici.

  • I tumori di basso grado presentano una probabilità di recidiva del 50 - 70%

  • I tumori T1 presentano un rischio di progredire verso la malattia muscolo-invasiva pari al 25 - 30%

  • I tumori di grado 2 o 3 hanno una probabilità di progredire verso la forma muscolo-invasiva superiore del ~20% rispetto a quelli di grado 1

Sebbene la cistoscopia e la citologia rappresentino gli attuali standard assistenziali per la diagnosi e la sorveglianza del cancro della vescica, dimostrano di avere una sensibilità limitata che può condurre a incertezze sia in fase diagnostica che di monitoraggio.

 

UroVysion è d'aiuto4

Il kit UroVysion per il cancro della vescica è un test comprovato e ampiamente utilizzato che rileva la presenza di anomalie cromosomiche al fine di aumentare la precisione molecolare di cistoscopia ed esame citologico. Può aiutare i medici a rilevare le anomalie prima ancora che il tumore sia visibile, fatto che rappresenta uno dei principali motivi per cui molti urologi richiedono UroVysion.

 

UroVysion è stato analizzato in studi comparativi a singolo cieco multicentrici che hanno coinvolto centinaia di pazienti. Tali studi, assieme ad altri, hanno identificato i seguenti vantaggi clinici.

 

  • Sapere prima ancora di vedere: rileva le alterazioni molecolari prima che i cambiamenti morfologici siano visibili.

transitional-cell.png

 
Immagini tratte da uno studio collettivo sponsorizzato da Abbott Molecular, Inc. Le immagini individuali possono variare. L'interpretazione clinica dei risultati di qualunque test dovrebbe essere valutata nel contesto dell'anamnesi clinica del paziente e degli esiti di altri esami diagnostici di laboratorio. 
 
  • La differenza è evidente5

cytology-comparison.png

 
È stato provato che la cistoscopia in combinazione con UroVysion si è dimostrata essere significativamente più sensibile rispetto alla sola cistoscopia.
 
Il test molecolare UroVysion raggiunge un livello di precisione che non è possibile ottenere con l'esame citologico standard.

     

    • Maggiore sensibilità rispetto alla sola cistoscopia
      • Diagnosi iniziale di cancro della vescica nei pazienti affetti da ematuria
      • UroVysion è utile per il reflex testing, in caso di esame citologico atipico con cistoscopia ambigua o negativa.
      • Quando l'esame citologico non è chiaro
      • La cistoscopia combinata con UroVysion si è dimostrata essere significativamente più sensibile rispetto alla sola cistoscopia.
      • Sensibilità combinate

    urovysion-vs-cytoscopy-bar.png

      • Una maggiore sensibilità a ogni stadio e grado6, 7, 8
    • tumor-sensitivity.png
    •   
    • La positività all'UroVysion è predittiva di recidiva durante la terapia con BCG9

    I pazienti affetti da carcinoma della vescica non muscolo-invasivo (NMIBC) sottoposti a terapia con BCG e positivi al test UroVysion hanno mostrato una probabilità di recidiva del tumore di 3 -5 volte superiore rispetto ai pazienti con un risultato UroVysion negativo.

     

    Il trattamento con BCG produce una risposta infiammatoria talmente elevata che l'ispezione visiva della vescica per la verifica di recidive tumorali si rivela assai difficoltosa finché tale trattamento è in corso. Il test UroVysion si basa sul DNA, pertanto è possibile eseguirlo senza alcuna interferenza anche in presenza di BCG.

     

    trial-graph.png

      • Un test UroVysion positivo è stato sempre predittivo di recidiva tumorale
      • Il rischio di recidiva del tumore è apparso aumentato a ogni ulteriore risultato positivo all'UroVysion
      • Un precoce passaggio da negativo a positivo del risultato dell'UroVysion è stato associato a un rischio più elevato di recidiva di malattia

     

    Valore predittivo negativo elevato pari a 94,1%

    Un valore predittivo negativo elevato dimostra che UroVysion è in grado di identificare correttamente i pazienti che rispondono al trattamento. 

    urovysion-vs-cytoscopy.png

     

    icon-pdf.pngFoglietto illustrativo kit UroVysion 

     

    Informazioni e risorse

     

    icon-pdf.pngScarica la brochure UroVysion.


    Collegamenti utili

    icon-link.pngBCAN › 

    Il Bladder Cancer Advocacy Network si dedica a sensibilizzare il pubblico sul cancro della vescica.

     

    icon-link.pngHomepage Abbott Molecular › 

    Homepage di Abbott Molecular, fornitore mondiale nel campo della diagnostica molecolare.

     

    icon-link.pngSchemi tariffari per CMS Medicare › 

    Schema tariffario Medico dei Centers for Medicare & Medicaid Services, Centri per i servizi Medicare e Medicaid. 

     

     
     
     
     
    Professionisti di laboratorio

    Benvenuti

    Questa sezione fornisce le informazioni necessarie:

     

    Perché UroVysion?

     

    UroVysion è l'unico test molecolare basato sulle urine approvato dalla FDA e recante marcatura CE, utile nella diagnosi iniziale di cancro della vescica nei pazienti affetti da ematuria e per il successivo monitoraggio delle recidive tumorali nei pazienti con diagnosi pregressa di cancro della vescica

    • Qualsiasi test approvato dalla FDA a tale scopo ha superato rigorosi esami che ne hanno convalidato la validità analitica e clinica. 

     

    Il kit UroVysion per il cancro della vescica (UroVysion Kit) è progettato per rilevare la presenza di aneuploidia per i cromosomi 3, 7, 17 e perdita del locus 9p21 mediante ibridazione fluorescente in situ (FISH)

    • Le delezioni di 9p21 sono una delle più comuni varianti genetiche presenti in addirittura il 10% dei casi di cancro della vescica
    • La perdita di 9p21 è un'alterazione genetica frequente nei tumori pTa e si ritiene si verifichi prima dello sviluppo della polisomia nel carcinoma uroteliale 

     

    Studi scientifici controllati condotti per dimostrare la validità dei risultati del test con diverse variabili e parametri di valutazione

    • Specificità elevata, pari al 100% nei soggetti sani e nei pazienti urologici senza anamnesi o evidenze cliniche di cancro della vescica
    • La terapia farmacologica o altre patologie benigne normalmente presenti nei pazienti affetti da cancro della vescica non interferiscono con i risultati, come dimostrato dagli studi di interferenza con 31 fattori. 
    • È stata studiata la compliance con le istruzioni di raccolta e trasporto dei campioni presenti nel foglietto illustrativo, ed è stato dimostrato che non interferisce con i risultati
    • Studio di riproducibilità effettuato in quattro sedi indipendenti

     

    Comprovata utilità clinica avvalorata da oltre 10 anni di utilizzo e decine di peer study e pubblicazioni indipendenti

    • Solide fonti di prova cliniche di terze parti in prestigiose riviste con oltre 40 pubblicazioni scritte e riviste da pari
    • Rimborso diffuso sulla base di insuperabili evidenze cliniche
    • Ben più che un test innovativo, è abitualmente utilizzato da urologi di tutto il mondo da oltre 10 anni
    • Presente nelle linee guida di enti e organizzazioni sparsi in tutto il mondo, tra cui NCCN, NICE, AUA, EUA e dalla International Consultation on Urologic Diseases da parte di urologi professionisti

     

    Consente di ricavare informazioni durante l'intero percorso assistenziale del paziente e nel continuum dell'assistenza sanitaria

    • Diagnosi iniziale di carcinoma della vescica nei pazienti con ematuria 
    • Chiarimento di risultati ambigui
    • Quando l'esame citologico non è chiaro
    • Successivo monitoraggio di recidive tumorali nei pazienti con diagnosi pregressa di cancro della vescica
    • Previsione delle recidive durante la terapia con BCG

      

    Formazione

    Formazione UroVysion

     

    Questo seminario di due giorni offre una formazione generale sui princìpi biologici di base della FISH attraverso esercitazioni nel laboratorio umido, lezioni, dibattiti e, ove possibile, prove sul campo. Tra i temi affrontati vi sono:

    • Panoramica sulle applicazioni di UroVysion nell'ambito del cancro della vescica e dati di studio
    • Panoramica sulla preparazione del campione per il test UroVysion
    • Pretrattamento del campione e protocolli di ibridazione
    • Risoluzione dei problemi del test
    • Requisiti dei filtri del microscopio
    • Uso di ThermoBrite e panoramica del processore per FISH VP 2000
    • Punteggio e interpretazione dei risultati

    Programmazione del corso di formazione

    Per tutte le richieste riguardanti la formazione, scrivere a training@abbottmolecular.com.

     

    urovysion-computer-icon.pngFormazione online UroVysion › 

    Una risorsa online per la formazione dei professionisti di laboratorio che vogliono saperne di più su UroVysion.

     

    Per ulteriori informazioni chiamare:

    USA: 800-553-7042

    Resto del mondo: (+49) 6122.580

     

    Informazioni e risorse

     

    Collegamenti utili

    icon-link.pngBCAN › 

    Il Bladder Cancer Advocacy Network si dedica a sensibilizzare il pubblico sul cancro della vescica.

     

    icon-link.pngHomepage Abbott Molecular › 

    Homepage di Abbott Molecular, fornitore mondiale nel campo della diagnostica molecolare.

     

    icon-link.pngSchemi tariffari per CMS Medicare › 

    Schema tariffario Medico dei Centers for Medicare & Medicaid Services, Centri per i servizi Medicare e Medicaid.

     

     

     
     
     
     
    linee guida internazionali

    UroVysion è presente in numerose linee guida internazionali 

    • Le linee guida 2016 del National Comprehensive Cancer Network (NCCN) includono il test UroVysion in quanto è l'unico test FISH approvato dalla FDA: "Potrebbe essere preso in considerazione il test sui biomarcatori urinari eseguito mediante ibridazione fluorescente in situ (FISH) approvato dalla FDA."
    • Le linee guida 2016 dell'American Urological Association (AUA) menzionano specificamente il test UroVysion: "In un paziente affetto da carcinoma della vescica non muscolo-invasivo (NMIBC), il medico può utilizzare i biomarcatori per verificare la risposta al trattamento intravescicale con BCG (UroVysion FISH) e pronunciarsi riguardo a un esame citologico ambiguo (UroVysion FISH e ImmunoCyt)."
    • Le linee guida 2015 del National Institute for Clinical Excellence (NICE) menzionano specificamente il test UroVysion: "In caso di soggetti con sospetto carcinoma della vescica, offrire al paziente: resezione transuretrale di tumore della vescica (TURBT) mediante cistoscopia a luce bianca con una delle tecniche di diagnosi fotodinamica, imaging a banda stretta, esame citologico o test dei biomarcatori urinari (test UroVysion mediante ibridazione fluorescente in situ [FISH], ImmunoCyt o dosaggio della proteina 22 della matrice nucleare [NMP22])."
    • Le linee guida 2016 dell'European Association of Urology (EAU) riconoscono il ruolo dei biomarcatori urinari in ambito diagnostico: "Al fine di rilevare forme neoplastiche invisibili a occhio nudo, in particolare il carcinoma in situ (CIS), oltre alla cistoscopia è possibile utilizzare l'esame citologico delle urine o dei biomarcatori urinari. In questo contesto, la specificità e la sensibilità per i tumori di grado elevato sono di fondamentale importanza."
    • Le linee guida 2012 dell'International Consultation on Urological Diseases (ICUD) includono la FISH, nello specifico: "Il ruolo dei marcatori urinari - soprattutto nella FISH - sembra essere particolarmente utile nel contesto di una cistoscopia negativa e di un esame citologico atipico (grado C)."
     
     
     
     
    Riferimenti bibliografici
    1. www.bacan.org/facts visitato il 4 novembre 2016
    2. http://www.cancer.gov/cancertopics/wyntk/bladder/page11. Visitato il 4 novembre 2016. 
    3. http://www.cancer.gov/cancertopics/wyntk/bladder/page15. Visitato il 4 novembre 2016.
    4. Crawford, ED, Intravesical therapy for superficial cancer: need for more options, J Clin Oncol. 2002 Aug; 20 (15): 3185-3186.
    5. Sarosdy MF, Kahn PR, Ziffer MD, et al. J Urol. 2006 Jul; 176 (1): 44-47.

    6. Schlomer BJ, et al. J Urol. 2010 Jan; 183 (1): 62-67 

    7. Sarosdy MF, Kahn PR, Ziffer MD, et al. J Urol. 2006 Jul; 176(1): 44-47.

    8. Halling KC et al. J Urol. 2000; 164: 1768-1775

    9. Ristampato da The Journal of Urology, Vol. 187, Issue 3, Ashish M. Kamat, Rian J. Dickstein, et al, Use of Fluorescence In Situ Hybridization to Predict Response to Bacilus Calmette-Guèrin Therapy for Bladder Cancer: Results of a Prospective Trial, Pagine 862-867, © 2012, con l'autorizzazione di Elsevier. 
     
     
     
     

    icon-pdf.pngFoglietto illustrativo kit UroVysion

    UroVysion consente di ricavare informazioni durante l'intero percorso assistenziale del cancro della vescica, offendo uno standard elevato per il rilevamento di questa neoplasia e rendendone più chiaro il monitoraggio.

    • Comprovata utilità clinica avvalorata da oltre 10 anni di utilizzo e decine di peer study e pubblicazioni indipendenti
    • Unico test molecolare basato sulle urine approvato dalla FDA e recante la marcatura CE utile nella diagnosi iniziale di cancro della vescica e per il successivo monitoraggio delle recidive
    • Maggiore sensibilità nel rilevamento del cancro della vescica a tutti gli stadi e gradi rispetto all'esame citologico, in quanto capace di identificare anomalie cromosomiche prima che il tumore sia visibile
    • Se utilizzato in combinazione con la cistoscopia, UroVysion migliora la sensibilità portandola al 98%, ben oltre la sola cistoscopia (74%) o il solo esame citologico (58%), con il 100% di sensibilità per i tumori CIS
    • Fornisce risultati conclusivi nel caso di esame citologico atipico con cistoscopia ambigua o negativa
    • Agisce senza interferenze in presenza di sostanze quali BCG, mitomicina C e tiotepa
    • La positività all'UroVysion è predittiva di recidiva durante la terapia con BCG
    • Rispetto alla cistoscopia/istologia, offre un valore predittivo negativo del 94,1% nel rilevamento del cancro della vescica recidivante nei pazienti trattati con BCG

     

    You are about to exit the Abbott family of websites for a 3rd party website

    Links which take you out of Abbott worldwide websites are not under the control of Abbott, and Abbott is not responsible for the contents of any such site or any further links from such site. Abbott is providing these links to you only as a convenience, and the inclusion of any link does not imply endorsement of the linked site by Abbott. The website that you have requested also may not be optimised for your screen size.

    Do you wish to continue and exit this website?

    Yes No

    You are about to enter an Abbott country or region specific website.

    Please be aware that the website you have requested is intended for the residents of a particular country or countries, as noted on that site. As a result, the site may contain information on pharmaceuticals, medical devices and other products or uses of those products that are not approved in other countries or regions.

    Do you wish to continue and enter this website?

    Yes No

    You are about to enter an Abbott country or region specific website.

    Please be aware that the website you have requested is intended for the residents of a particular country or countries, as noted on that site. As a result, the site may contain information on pharmaceuticals, medical devices and other products or uses of those products that are not approved in other countries or regions.

    Do you wish to continue and enter this website?

    Yes No